Microsoft



Di che si tratta? Un protocollo di sicurezza che impedisce ad un computer, all’accensione, di avviare un software che non sia certificato… In sostanza rende impossibile avviare un live CD o un sistema operativo che non sia certificato.

I fatti:

  • la certificazione a Windows 8 richiede che il sistema abbia UEFI Secure Booting ABILITATO
  • la certificazione a Windows 8 NON richiede che l’utente abbia la possibilità di disabilitare l’UEFI, e vi sono dei produttori di hardware (computer) che hanno già affermato che questo non sarà possibile
  • la certificazione a Windows 8 NON richiede che il computer venga fornito con altre chiavi se non quelle Microsoft (ovvero, certificati firmati da Microsoft)
  • Un sistema che viene venduto con UEFI abilitato (e non disabilitabile) e contiene solo chiavi Microsoft avvierà sempre e solo sistemi operativi Microsoft

Avete presente quel bollino che trovate sui vostri computer con il logo di Windows?

Sul mio portatile ne ho uno con il simbolo di Windows e la scritta “Windows 7”.

I produttori di computer, per ottenere la certificazione di Microsoft DEVONO sottostare al programma di certificazione di Microsoft, chi ottiene il Logo di certificazione ottiene incentivi da Microsoft.

Ogni produttore può decidere, in autonomia, se sottostare al programma di certificazione ma, siccome Windows è in posizione dominante (90% del mercato circa) ottenere la certificazione è fondamentale per non perdere competitività con gli altri produttori. È facile prevedere che tutti i produttori venderanno PC con UEFI Secure Booting attivo, come richiesto per la certificazione Microsoft.

In genere questa certificazione si applica ai PC OEM, ovvero quelli con Windows preinstallato, la quasi-totalità dei computer acquistati dai comuni mortali 🙂

Fonte: Mathew Garret (aka mjg59) e nello specifico questo e questo post sul suo blog; mjg59 è uno sviluppatore Red Hat molto attivo nella community Linux; ultima fonte è Microsoft stessa.

Interrompo il lungo silenzio per riassumere quanto dice mjg59 nei suoi due articoli linkati qui sopra: in italiano, sia per dar eco alla notizia che NON DEVE passare inosservata sia per permettere anche ai non anglofoni di venirne informati.

È presto per andare nel panico ma è il caso di iniziare a preoccuparsi.

Vi state chiedendo, più nello specifico, cosa questo comporta?

Comincio subito spiegando un po’ meglio a cosa serve e come funziona questo UEFI Secure Booting, senza andare troppo nel tecnico:


È con grande tristezza e con un po’ di ritardo che oggi vi annuncio l’uscita delle tanto attese OpenGL 3.0.

Vi ho parlato di come Direct3D di microsoft avesse vinto la battaglia con OpenGL in passato. Una storia da cui OpenGL esce sconfitta ma a testa alta.

Oggi le cose stanno ben diversamente da allora!

OpenGL 3.0 era la speranza degli utenti Linux e Mac ma non solo! Migliaia di sviluppatori di giochi e applicazioni 3D attendevano questo rilascio che prometteva importanti cambiamenti strutturali alle specifiche!

L’ARB aveva promesso, ad esempio, un’API orientata agli oggetti, seppur ancora basata su C. Un rifacimento quasi completo della struttura e molte altre cose.

OpenGL 3.0 avrebbe dovuto uscire molto tempo fa ma la sua uscita è stata rimandata più volte. Chiedendo informazioni nel canale ufficiale di OpenGL si poteva essere, con egual probabilità, ignorati o invitati a “non rompere i maroni, quando esce esce! Guarda il sito“.

Ebbene non ho più “rotto i maroni”, fiducioso. Guardando oggi il sito di opengl effettivamente un bell’annuncio indica che la specifica OpenGL 3.0 è pronta ed è liberamente consultabile e scaricabile.

Il problema è che quest’API che doveva sbaragliare Direct3D di microsoft surclassando DirectX10 si è invece rivelata un’immensa delusione!

La maggior parte delle modifiche promesse non sono state implementate.

Capiamoci! OpenGL 3.0 implementa lo stato dell’arte delle schede video! Quindi è pari a DirectX10 (direct3d), e forse anche superiore, per quanto riguarda le feature implementabili! Ci sono i Vertex Shader, gli shader sono stati migliorati, vi sono diverse altre caratteristiche delle più moderne schede video. Però la release non ha nulla di radicalmente diverso da OpenGL 2.1. Sono in molti a dire che poteva essere taggata OpenGL 2.2 ed uscire molto molto tempo fa!

Gli sviluppatori che hanno tanto atteso la riscrittura delle API sono DECISAMENTE INCAZZATI, altri semplicemente amareggiati o delusi.

A cosa è dovuta ufficialmente questa scelta? Apparentemente non si è voluto rompere la compatibilità con alcune applicazioni CAD. Ebbene si! OpenGL è ancora leader nel campo CAD e l’ARB non ha voluto rischiare di perdere questa leadership: ha preferito abbandonare ogni possibilità di attirare il mercato videoludico; mercato più avanzato tecnologicamente e caratterizzato da una rapida evoluzione.

Resterà quindi DirectX di microsoft a far strada sui videogiochi.. Ovviamente solo sui sistemi operativi redmond.

L’ARB dimostra incapacità a prendere decisioni importanti, sordità alla community di sviluppatori, atteggiamento non lungimirante e senza progetti per il futuro se non quelli di mantenere le cose come stanno ora. Si rassegna a seguire microsoft DirectX con qualche mese di ritardo invece di provare a trascinare il mercato dell’hardware grafico con innovazioni e scelte importanti.

Questo significa che le speranze per gli utenti non-windows come me di poter un giorno giocare nel proprio sistema operativo si spengono tristemente.

Mi restano solo alcune domande a cui non so dare risposta.

Perché rimandare così a lungo se poi non è stata riscritta tutta la API? Almeno potevano rilasciare subito e accaparrarsi così parte del mercato nel passaggio DirectX10/Vista. Scelta strategica suicida?

Perché rilasciare l’11 di agosto in assoluto silenzio? A pochi giorni da ferragosto, quando molti sono in vacanza, senza un minimo di pubblicità o un qualche tentativo far notizia?!? A che gioco stanno giocando?

Perché non rispondono alle critiche se non per chiedere di moderare il linguaggio? È come se “se lo aspettassero” e avessero deciso in anticipo di tenere questa linea.

A questo punto aveva più senso creare un API apposita per i giochi e lasciare che i CADisti utilizzassero l’API retro-compatibile e vecchia.

Vorrei tanto poter dar risposta alle mie domande ipotizzando che dietro a tutti ci sia stata Microsoft ma non penso che questa volta le si possa dare colpa.

Sono amareggiato.


Talvolta, in genere per lavoro, si è costretti ad utilizzare Windows, anche per brevi periodi.

A me è capitato… Mi hanno dato un portatile con, ovviamente, preinstallato Vista.

Il progetto è cominciato e non ho avuto il tempo di installare e configurare l’ambiente su Linux per il lavoro.

tanto per darvi un idea di quanto tempo ho avuto ultimamente…

era un po\' che non avevo tempo di fare upgrade
era un po di tempo che non aggiornavo

Beh…

mi son trovato parecchio male.. quando si è abituati a certe cose (il terminale prima fra tutte) trovarsi senza da un senso di smarrimento…

Raccolgo qui qualche consiglio che spero possa essere utile a chi si trova nella situazione in cui mi sono trovato io fino ad oggi (da oggi ho finalmente cominciato a lavorare sul mio sistema preferito).

  • MSys: una shell minimale che si installa in fretta e fornisce i principali strumenti GNU (sed, cat, find, grep, ecc..). I dischi windows sono automaticamente montati in /c /d ecc… Note dolenti… non ha il “man” e il sistema è davvero minimo. Note positive: si installa in un attimo e da un immediato senso di sollievo 😛
  • Putty: client Telnet/SSH essenziale se si vuole connettersi ad una macchina unix da remoto
  • MinGW: porting su windows degli strumenti GNU, principalmente per sviluppatori che vogliono compilare utilizzando il compilatore GNU
  • Cygwin: un sistema Linux più completo che MSys e che permette di scegliere quali pacchetti installare. Molto più versatile ma più complesso da configurare. E ci va più tempo per essere operativi.
  • 7-zip: d’obbligo per gestire archivi e quant’altro su windows
  • TXMouse: quante volte selezionavo qualcosa e premevo il tasto centrale dove volevo incollarlo.. quindi guardavo perplesso il puntatore che lampeggiava… argh! che palle devo fare “copia” e poi “incolla”. Beh questo programmino ovvia al problema (a dir la verità su Vista non l’ho provato ma su XP so che funzia a dovere)
  • Un buon editor di testo, eccone qualcuno: Notepad++, GVim (per chi è abituato a vim), Emacs, probabilmente molti altri…
  • Ovviamente il solito parco software: Firefox, OpenOffice, Gimp, Inkscape, PDFPrinter (a seconda degli utilizzi possono servire).. Ci sono due progetti che raccolgono in un CD i software più comunemente utilizzati, il lovoro dei gruppi è di selezionare i software migliori nel panorama open source, per i più svariati usi, e fornirli in un comodo CD: Tarantasio (promosso e ideato dal LoLug, del mio amico whitenoise) e TheOpenCD (curato dai ragazzi del Politecnico di Torino)

Bene…

Provvederò a mantenere questa lista aggiornata con software che scoprirò in futuro o che verranno sviluppati in futuro..

Se avete suggerimenti indicatemeli pure nei commenti, magari con una brevissima descrizione 🙂


I driver nvidia su Linux hanno fatto passi da gigante e ormai ottengono prestazioni migliori che quelli di Windows Vista!!!

Uno dei benchmark, quello con i risultati migliori!
Questo è uno dei benchmark che confrontano le prestazioni di una scheda grafica nVidia su Ubuntu 8.04 alpha 5, solaris e Vista. Questo particolare test è quello che ha ottenuto i migliori risultati, per gli altri il distacco è meno evidente ma è comunque SEMPRE in vantaggio Ubuntu.

In altre parole.. a chi dice che Linux non è pronto per il mercato dei videogame voglio solo rispondere così: PRRRRRRRRRRRRRRR!

Abbiate pazienza.. non è una gran finezza però DirectX 10 era una delle poche caratteristiche di punta di Windows Vista e DirectX 10 apporta principalmente migliorie alla grafica 3d implementando gli ultimi ritrovati nel campo delle schede video!

Tra parentesi le stesse cose che fa DirectX 10 le fa anche OpenGL.. con le estensioni (si dessero una mossa a rilasciare sta benedetta specifica OpenGL 3.0 sarebbe anche ora!!)

E poi considerato come DirectX ha vinto su OpenGL sarebbe giusto se OpenGL tornasse in voga!


Sapete quando navigando qua e là vi fermate su un link o un immagine ed un tool-tip testuale compare a commento di quel link od immagine?

Suppongo di si.. ebbene in firefox avrete notato che spesso i tooltip sono tagliati, se ne vede solo un pezzo!

I tooltip non sono probabilmente il modo migliore di riempire una pagina web, per diversi motivi, nonostante ciò è comodo avere una breve descrizione del link che si stà per visitare, o sono utili per completare le informazioni talvolta… Prendiamo ad esempio questa vignetta umoristica… soffermatevi su di essa con il mouse

If you think the purveyors of DRM simply want to protect artists, check out chapters 13 and 14 in Free Culture, by Lawrence Lessig.  Their goal is the elimination of all culture they don't control.

Vignetta tratta da xkcd.com, fumettista geniale per geek/nerd che ho scoperto da (relativamente) poco (sto recuperando) – grazie whitenoise per avermene dato conoscenza

È evidente che senza la frase che leggete nel tooltip (per intero) non potete godere appieno la vignetta ne venirne istruiti…

Se siete utenti firefox non riuscirete a leggerla tutta: non disperate (va beh non esageriamo), c’è una soluzione 🙂

(altro…)


Spero non ci sia nessuno che non sappia di cosa si tratta… Se non lo sapete rimediate al più presto partendo da questo sito internet che è sempre nel mio blogroll!

In poche parole il Trusted Computing è una tecnologia studiata per levare il controllo all’utente su quello che ha comprato e consegnarlo in mano a multinazionali del software o major della musica o dei film.

Oggi su Punto Informatico c’è un articolo veramente stupendo che fa il punto della situazione!

Sono 3 pagine che invito tutti a leggere! Se pensate di non essere interessati perché non siete informatici o “non capito molto di informatica” vi sbagliate! Quando andate a comprare un televisore, un decoder, un lettore dvd, un mp3, un computer, un cellulare o qualunque altro oggetto che possa gestire dei flussi multimediali state acquistando qualcosa che un giorno può ritorcervi contro di voi!

L’articolo è diviso in 3 parti:

  1. Punto della situazione (per ora, grazie anche all’informazione che è stata fatta sul Trusted Computing, siamo ancora “salvi”)
  2. Cos’è stato fatto (Nessuna tecnologia pericolosa è ancora stata utilizzata ma intanto ce la vendono silenziosamente)
  3. Probabili sviluppi futuri (Leggasi: non ti vendono qualcosa pensando di non utilizzarlo….)

Non fermatevi alla prima pagina! È un articolo molto interessante che tutti dovrebbero leggere!

Consigli per chi volesse “salvarsi”

Non c’è molto che si può fare, le cose importanti sono nell’ordine:

(altro…)


Leggo da slashdot una notizia secodo cui il voto della Svezia è stato dichiarato illegale, il motivo? Il voto è stato positivo perché sono stati pagati (o almeno ci hanno provato)..

Microsoft Corp. admitted Wednesday that an employee at its Swedish subsidiary offered monetary compensation to partners for voting in favor of the Office Open XML document format’s approval as an ISO standard. Microsoft said the offer, when discovered, was quickly retracted and that its Sweden managers voluntarily notified the SIS, the national standards body. “We had a situation where an employee sent a communication via e-mail that was inconsistent with our corporate policy.” said Tom Robertson, general manager for interoperability and standards at Microsoft. “That communication had no impact on the final vote.

Microsoft ha ammesso mercoledì (22 agosto 2007) che un impiegato della sede in svezia ha offerto un compenso monetario ad un partner per votare a favore dell’approvazione come ISO standard di OpenXML. “Un nostro impiegato ha instaurato una comunicazione via e-mail che non era in linea con la policy dell’azienda” ha detto Tom Robertson, manager generale dell’interoperabilità e degli standard in Microsoft. “Quella comunicazione non ha avuto alcun influenza sul voto finale”. (Traduzione di Mastro)

Sarò prevenuto, sarò mal pensante… però il dubbio viene..

Supponiamo che Microsoft abbia VOLUTAMENTE iniziato quella conversazione via e-mail.. Non avreste fatto in modo di poter dire qualcosa di simile se scoperti con le mani nel sacco?

e poi scusate.. ma se io fossi un impiegato di Microsoft non rischierei così tanto, ne offrirei soldi di tasca mia, per fare qualcosa di simile… giudicate voi..

Non sapremo mai.. come al solito..

Fortunatamente quel voto è stato invalidato dalla stessa Svezia.

Per chi non sapesse.. Microsoft sta cercando di ottenere la certificazione di Standard ISO per il nuovo formato di Microsoft Office, OpenXML o OOXML. Formato spesso criticato, e a ragione IMHO, perché non adatto a divenire standard. [Link needed]


TROVATO VERO MOTIVO: dai commenti è emerso che questo problema non si verifica per alcuni utenti Linux, e si verifica per alcuni utenti Windows che non usano Internet Explorer..  è quindi evidente che la tesi qui da me sostenuta non è corretta.. il motivo lo ha spiegato Crayon in uno dei commenti a questo articolo, lo riporto qui per intero

Credo di aver capito qual’è il problema, l’header identificativo con la quale viene definito, fra le altre cose, il contenuto della pagina.
Ho aperto la pagina una prima volta con FF2 (Fedora7) è l’header era questo:
Content-Type: application/xhtml+xml; charset=utf-8
la pagina non funzionava, ho cambiato l’identificativo dello User Agent in IE e l’header è diventato:
Content-Type: text/html; charset=UTF-8
la pagina si visualizzava correttamente, ho rimesso l’identificativo dello User Agent al valore di default e la pagina continua a vedersi perché l’header è rimasto:
Content-Type: text/html; charset=UTF-8
(Cancellando cache e cookie il problema ritorna)

La definizione application/xhtml+xml è più stringente e FF non tralascia gli errori, nello specifico l’errore è non aver inserito il link alla DTD, che definisce la struttura valida della pagina.
Un’intestazione corretta sarebbe dovuta essere del tipo:

<!DOCTYPE HTML PUBLIC “-//W3C//DTD HTML 4.01 Transitional//EN” “http://www.w3.org/TR/html4/loose.dtd”&gt;

In definitiva basterebbe qualche carattere in più e _rispettare_ gli standard per renderer il servizio fruibile a tutti.

Ciao a tutti.

In poche parole il problema è che microsoft (a quanto pare) non è capace a fare un sito internet che segue gli standard, ne a scrivere correttamente le intestazioni delle proprie pagine..

Qui di seguito l’articolo precedente che descrive il problema e ne propone una motivazione (sbagliata)

È già un po’ che volevo segnalare questo stupendo servizio offerto da Microsoft.. il titolo di questo post è volutamente infantile per rispecchiare il comportamento di Microsoft..

Gli utenti Linux che tentano di accedere a Live Spaces si ritrovano un messaggio tipo questo..

Simpatico messaggio di Live Spaces

live spaces greeting to all Linux users …

Qualche strano tag compatibile solo con Internet Explorer? No, su Windows con Firefox funziona perfettamente
Qualche strana libreria non standard di Microsoft? No.. è “solo” un controllo sull’User Agent..

questo pressappoco il funzionamento:

Se l’utente NON usa windows mandagli della spazzatura che gli faccia visualizzare questo messaggi di errore, altrimenti mandagli il codice corretto

Dimostrarlo è facilissimo.. Basta modificare manualmente i dati dell’User Agent..

(altro…)


È apparso ieri, sul forum di Ubuntu ( Xubuntu per la precisione ), un post di mig5: a quanto pare mig5 è riuscito a passare il Windows Genuine Advantage di microsoft con Ubuntu Linux 😀 a quanto pare mig5 non si è accontentato del Linux Genuine Advantage!!

Ho messo su YouTube il video che lo dimostra 😀

L’impresa è riuscita grazie a IE4Linux e Wine, mig5 ha usato la procedura alternativa di validazione ( scaricare un piccolo tool apposito che effettua la verifica ) perché IE4Linux non supporta ActiveX. Ed è quindi riuscito a scaricare Windows Defender

A quanto pare microsoft afferma che (X)Ubuntu Linux sia software originale microsoft e, se non altro, è coerente con le recenti accuse di brevetti violati..

resta il fatto che WGA (windows genuine advantage) è un software ridicolo, una seccatura per gli utenti, con nessuna utilità pratica! 😛

potete scaricare il video ad una qualità migliore qui (formato OGG).


Questo è un duplicato di molti blogger..

e quindi lo scopo non è essere una “novità” ma diffondere il più possibile la notizia, se avete un blog, anche non tecnico.. un qualunque spazio web o opportunità di diffondere la notizia vi invito a farlo!

Questo il testo della petizione:

Basta all’obbligo di acquisto delle licenze d’uso del software con il personal computer! I cittadini italiani vogliono poter scegliere.
(esempio: se desiderano installare GNU-Linux sui loro personal computer da tavolo o portatili non vogliono dover pagare la licenza di Vista!)

Occorre una legge che contenga le seguenti norme:

1) Nella vendita di personal computer il prezzo dell’hardware deve essere riportato con voce distinta rispetto al prezzo della licenza d’uso del software eventualmente in dotazione.

2) E’ consentito all’utente di rinunciare all’acquisto della licenza per il software e pagare solamente il prezzo dell’hardware.

3) Il prezzo indicato per la licenza d’uso del software deve essere realistico.

Ci tengo a precisare che non vi è alcun orientamento verso Linux in questa proposta, un utente Windows può benissimo utilizzare una licenza che già possiede di windows sul nuovo computer, non vedo perché dovrebbe acquistarne una nuova!!! Basta il CD/DVD dei driver.. riguarda tutti gli utenti di TUTTI I SISTEMI OPERATIVI. ( io includo anche i MAC, non vedo perché no.. che sia una scelta dell’utente! )

Il testo è chiaro e si commenta da solo! Forse firmare non servirà a nulla, ma 30 secondi del nostro tempo non sono una tragedia! Per i costi di ricarica è servita.. almeno proviamoci! Non possiamo far molto per farci sentire, ma questa petizione possiamo firmarla!

Testo completo della petizione

Presentazione della petizione, ed enti/personaggi di spicco che aderiscono

Pagina successiva »