Intel



È con grande tristezza e con un po’ di ritardo che oggi vi annuncio l’uscita delle tanto attese OpenGL 3.0.

Vi ho parlato di come Direct3D di microsoft avesse vinto la battaglia con OpenGL in passato. Una storia da cui OpenGL esce sconfitta ma a testa alta.

Oggi le cose stanno ben diversamente da allora!

OpenGL 3.0 era la speranza degli utenti Linux e Mac ma non solo! Migliaia di sviluppatori di giochi e applicazioni 3D attendevano questo rilascio che prometteva importanti cambiamenti strutturali alle specifiche!

L’ARB aveva promesso, ad esempio, un’API orientata agli oggetti, seppur ancora basata su C. Un rifacimento quasi completo della struttura e molte altre cose.

OpenGL 3.0 avrebbe dovuto uscire molto tempo fa ma la sua uscita è stata rimandata più volte. Chiedendo informazioni nel canale ufficiale di OpenGL si poteva essere, con egual probabilità, ignorati o invitati a “non rompere i maroni, quando esce esce! Guarda il sito“.

Ebbene non ho più “rotto i maroni”, fiducioso. Guardando oggi il sito di opengl effettivamente un bell’annuncio indica che la specifica OpenGL 3.0 è pronta ed è liberamente consultabile e scaricabile.

Il problema è che quest’API che doveva sbaragliare Direct3D di microsoft surclassando DirectX10 si è invece rivelata un’immensa delusione!

La maggior parte delle modifiche promesse non sono state implementate.

Capiamoci! OpenGL 3.0 implementa lo stato dell’arte delle schede video! Quindi è pari a DirectX10 (direct3d), e forse anche superiore, per quanto riguarda le feature implementabili! Ci sono i Vertex Shader, gli shader sono stati migliorati, vi sono diverse altre caratteristiche delle più moderne schede video. Però la release non ha nulla di radicalmente diverso da OpenGL 2.1. Sono in molti a dire che poteva essere taggata OpenGL 2.2 ed uscire molto molto tempo fa!

Gli sviluppatori che hanno tanto atteso la riscrittura delle API sono DECISAMENTE INCAZZATI, altri semplicemente amareggiati o delusi.

A cosa è dovuta ufficialmente questa scelta? Apparentemente non si è voluto rompere la compatibilità con alcune applicazioni CAD. Ebbene si! OpenGL è ancora leader nel campo CAD e l’ARB non ha voluto rischiare di perdere questa leadership: ha preferito abbandonare ogni possibilità di attirare il mercato videoludico; mercato più avanzato tecnologicamente e caratterizzato da una rapida evoluzione.

Resterà quindi DirectX di microsoft a far strada sui videogiochi.. Ovviamente solo sui sistemi operativi redmond.

L’ARB dimostra incapacità a prendere decisioni importanti, sordità alla community di sviluppatori, atteggiamento non lungimirante e senza progetti per il futuro se non quelli di mantenere le cose come stanno ora. Si rassegna a seguire microsoft DirectX con qualche mese di ritardo invece di provare a trascinare il mercato dell’hardware grafico con innovazioni e scelte importanti.

Questo significa che le speranze per gli utenti non-windows come me di poter un giorno giocare nel proprio sistema operativo si spengono tristemente.

Mi restano solo alcune domande a cui non so dare risposta.

Perché rimandare così a lungo se poi non è stata riscritta tutta la API? Almeno potevano rilasciare subito e accaparrarsi così parte del mercato nel passaggio DirectX10/Vista. Scelta strategica suicida?

Perché rilasciare l’11 di agosto in assoluto silenzio? A pochi giorni da ferragosto, quando molti sono in vacanza, senza un minimo di pubblicità o un qualche tentativo far notizia?!? A che gioco stanno giocando?

Perché non rispondono alle critiche se non per chiedere di moderare il linguaggio? È come se “se lo aspettassero” e avessero deciso in anticipo di tenere questa linea.

A questo punto aveva più senso creare un API apposita per i giochi e lasciare che i CADisti utilizzassero l’API retro-compatibile e vecchia.

Vorrei tanto poter dar risposta alle mie domande ipotizzando che dietro a tutti ci sia stata Microsoft ma non penso che questa volta le si possa dare colpa.

Sono amareggiato.


Spero non ci sia nessuno che non sappia di cosa si tratta… Se non lo sapete rimediate al più presto partendo da questo sito internet che è sempre nel mio blogroll!

In poche parole il Trusted Computing è una tecnologia studiata per levare il controllo all’utente su quello che ha comprato e consegnarlo in mano a multinazionali del software o major della musica o dei film.

Oggi su Punto Informatico c’è un articolo veramente stupendo che fa il punto della situazione!

Sono 3 pagine che invito tutti a leggere! Se pensate di non essere interessati perché non siete informatici o “non capito molto di informatica” vi sbagliate! Quando andate a comprare un televisore, un decoder, un lettore dvd, un mp3, un computer, un cellulare o qualunque altro oggetto che possa gestire dei flussi multimediali state acquistando qualcosa che un giorno può ritorcervi contro di voi!

L’articolo è diviso in 3 parti:

  1. Punto della situazione (per ora, grazie anche all’informazione che è stata fatta sul Trusted Computing, siamo ancora “salvi”)
  2. Cos’è stato fatto (Nessuna tecnologia pericolosa è ancora stata utilizzata ma intanto ce la vendono silenziosamente)
  3. Probabili sviluppi futuri (Leggasi: non ti vendono qualcosa pensando di non utilizzarlo….)

Non fermatevi alla prima pagina! È un articolo molto interessante che tutti dovrebbero leggere!

Consigli per chi volesse “salvarsi”

Non c’è molto che si può fare, le cose importanti sono nell’ordine:

(altro…)


Dopo aver consultato una serie di benchmark¹ che mettono a confronto i processori di “vecchia” e nuova generazione dei due colossi posso affermare che:

Intel batte AMD su tutti i fronti!

I nuovi processori Quad Core di Intel hanno mostrato performance decisamente più alte dei Quad FX di AMD, sono pochi i benchmark dove AMD riesce a vincere! Forse perché i Quad Core intel montano tecnologia a 65 nanometri mentre AMD è ancora ai 90 nm in questa fascia!

La sfida tra Core Duo e Athlon64 è più combattuta, ma anche questa si conclude con una vittoria schiacciante per Intel!

A condire il tutto AMD non si smentisce: i suoi processori possono essere utilizzati come delle stufette! Consumano dal 50% al 100% (doppio) di energia in più dei loro corrispettivi Intel.

Quindi cos’è meglio? Intel o AMD?

I prezzi sono paragonabili, le prestazioni NO! Quindi se dovete scegliere ora… Intel… È arrivata tardi.. ma direi che ha recuperato alla grande!
Ricordatevi comunque: è risaputo che i produttori talvolta creano l’hardware perché riesca a rilevare un benchmark famoso e produca dei risultati superiori al normale, per questo motivo vengono di solito svolti diversi benchmark ed utilizzati dei giochi (che non si possono ingannare) per mettere a confronto le prestazioni! 🙂 È sempre bene tenerlo a mente anche se non credo sia questo il caso 😉

I test si sono svolti su Windows Vista Ultimate x64 Edition.. Benchmark e Giochi vengono prodotti per windows in genere, e per sfruttare le nuove categorie di processori serviva un sistema operativo che li supportasse.

¹ – I Benchmark sono programmi studiati per testare le prestazioni di un hardware particolare, o di una sua funzione. Se non è possibile assegnare un punteggio come “tempo” o altra misura diretta (ad esempio perché sarebbe difficile fare un confronto) per il calcolo del punteggio viene preso un hardware campione e gli si assegna un certo punteggio, diciamo “100”, se un altro hardware ottiene risultati 2 volte migliori il punteggio sarà 200… Così si costruisce un sistema di punteggio che può dirci quanto un determinato hardware è performante rispetto ad un altro. Es.: un programma che svolge pesanti calcoli con numeri in virgola mobile calcolando i tempi impiegati testerà la velocità di calcolo del processore per calcoli in virgola mobile (appunto).