La situazione italiana è uno schifo.. non c’è bisogno di ripeterlo. La colpa è di chi ci governa..

Sinistra e Destra sono solo 2 parole per descrivere la stessa cosa: la sinistra e la destra che ci sono oggi al governo non rappresentano più le correnti di pensiero da cui prendono il nome.

La verità è che non possiamo votare qualcuno che ci rappresenta: semplicemente perché difficilmente lì dentro qualcuno ti rappresenta!

L’unica cosa che possiamo fare è votare chi è per lo meno onesto..

È stata pubblicata sul blog di grillo la lista dei condannati che sono stati inseriti nelle liste per queste elezioni.. ecco qua quanti ne candida ogni lista

– PDL 56
– PD 18
– UDC – Rosa Bianca 9
– Lega Nord 8
– Partito Socialista 3
– Sinistra Arcobaleno 3
– La Destra 2
– Aborto No Grazie 1
Italia dei Valori 0

La lista comprende condannati, prescritti, indagati e rinviati a giudizio.

  • Condannati: non c’è bisogno di spiegarlo
  • Prescritti: il reato può essere stato commesso ma è passato troppo tempo e quindi la legge italiana non punisce più (casi notevoli: Andreotti fino al 1980 ha rapporti accertati con la mafia ma “grazie” alla prescrizione è ancora lì e non è stato punito per questo)
  • Indagati: beh.. c’è bisogno di spiegarlo?
  • Rinviati a giudizio: significa che il PM ritiene ci siano abbastanza prove a carico della colpevolezza dell’indagato e quindi richiede il “rinvio a giudizio”, il che significa che dovrà comparire in tribunale per difendersi dalle accuse (è il contrario di “archiviato”: cioè quando non ci sono prove del reato o che l’indagato centri qualcosa con esso)

La lista in formato PDF potete scaricarla e leggerla qui o qui! Per ogni persona viene spiegato cos’ha fatto o cos’è sospettato di aver fatto…

VI RICORDO CHE, PER CHI HA PROCESSI IN ATTO, QUANDO SARANNO IN PARLAMENTO IL LORO GIUDIZIO VERRÀ SOSPESO E CON UN PO’ DI “FORTUNA” (per loro) SARANNO PRESCRITTI

Vi ricordo che negli altri paesi NESSUNO si azzarda a votare un politico se solo si sospetta che abbia mentito anche una sola volta.

La lista è senz’altro istruttiva… per capire come mai le cose non vanno in Italia.

Rischiamo di essere buttati fuori dall’Europa¹, il debito pubblico² è più grande che mai e farci governare da dei delinquenti non è esattamente quello che ci serve adesso.

Io voto Di Pietro perché è l’unico onesto lì dentro e spero che riesca per lo meno, se ha abbastanza voti, a mettere i bastoni tra le ruote a chi andrà al potere.

Non votare come consiglia qualcuno (es. Grillo) è secondo me inutile perché per come funziona la legge elettorale (niente quorum³) il non voto è un voto a chi vince.

ps: io ho firmato la petizione per il software libero affermando che “prenderò in considerazione chi da il proprio appoggia al software libero per le prossime elezioni”.. Ebbene.. l’ho considerato e visto che non c’è scelta perché vi è un solo partito, che comunque ha aderito alla petizione (hanno aderito tutti, le promesse sono facili da fare) direi che sto rispettando la mia firma.

ppss: quel che dice grillo NON È oro colato. Io non sono d’accordo con tutto ciò che fa/dice. Ho la mia testa e la uso… ciò nonostante, a differenza delle TV e delle testate giornalistiche più famose, cerca di informare la gente sulla situazione reali e, come fa ogni blogger, dice quel che ne pensa. Io nel mio piccolo cerco di fare lo stesso per tutti i temi in cui scrivo.

¹ c’è chi esulta sentendo questo perché sostiene che “l’euro ci ha rovinati“; bene, lasciatemi dire a costoro: non avete capito una mazza! Senza offesa… ma non è l’euro che ci ha rovinato! Il fatto che tutto è raddoppiato di prezzo non è stata colpa dell’euro altrimenti sarebbe successa la stessa cosa in tutti gli altri paesi che, contemporaneamente a noi, hanno introdotto la moneta unita. La colpa è di chi era al governo quando è entrato in vigore l’euro: sono loro che dovevano controllare le tariffe, sono loro che affermavano che “l’inflazione è diminuita”, sono gli stessi che hanno “risolto” la disoccupazione con il precariato… grazie.. f…i di p….a

² il debito pubblico, per chi non lo sapesse, sono i titoli di stato: quando tu cittadino compri un titolo di stato presti dei soldi allo stato. Quando lo stato ha bisogno di soldi emette nuovi titoli. Se tu rivuoi in dietro i tuoi soldi lo stato per ridarteli deve emettere altri titoli per poter pagare i tuoi. Ecco cos’è il debito pubblico! Sono soldi che lo stato ha preso in prestito perché quelli delle tasse non bastavano… Il debito pubblico si è formato durante lo scandalo tangenti, quando i politici che governavano a quel tempo si sono intascati i nostri soldi. Oggi non è cambiato nulla.. tranne che controllano l’informazione e quindi ci possono dire che *pat-pat* “va tutto bene”

³ il quorum è una soglia sotto la quale le elezioni non hanno valore. Le elezioni politiche non hanno il quorum il che significa che basta 1 singolo voto perché tutto il potere venga spartito tra chi va su.