Molti utenti arrivando da windows sentono la mancanza della combinazione di tasti CTRL+ALT+CANC per poter terminare processi o consultarne la lista! Oggi spiego agli utenti Gnome come fare in modo che la pressione di Control+Alt+Del apra “gnome-system-monitor”: programma che fà, tra le altre cose, ciò che faceva il gestore dei processi di windows…

Quest’esempio è ottimo per mostrarvi come impostare dei comandi personalizzati e delle shortcut da tastiera per richiamarli con il vostro Gnome, qualunque questi siano! È perfettamente possibile anche lanciare Script personali per esempio.

Off Topic: qualche news sul blog

è più di 1 mese che non scrivo, sono molto occupato ma non ho abbandontato il blog..

Nel frattempo sono stato inserito nell’aggregatore BongoLinux.

Ho aggiunto qui sulla destra una sezione “Pagine” che mi sono reso conto mancava al mio blog.. Tra queste è stata aggiunta la pagina “contact me” che potete usare per comunicare con me su cose che non riguardano direttamente gli articoli che scrivo, per segnalazioni, per richiedere qualche guida o darmi spunti e per qualche insulto volendo😛

Buona Domenica sera a tutti…

Gnome è un desktop manager il cui scopo è quello di essere “semplice” e intuitivo: le opzioni che trovate sono spesso dove ve le aspettate ed in genere sono quelle più utili/utilizzate/ricercate. Non si vuole avere schermate di configurazione con centinaia di opzioni perché possono disorientare i più inesperti e comunque rallentare il lavoro; trovare l’opzione che si vuole tra moltissime opzioni può richiedere tempo. Il problema di questo approccio è che spesso quando vogliamo impostare qualcosa di particolare non troviamo l’opzione che cerchiamo!

Forse non tutti sanno che Gnome ha un registro di configurazione per certi versi simile al registro di configurazione di windows, le opzioni che non troviamo tra i menù sono quasi sicuramente in questo registro!

È il caso delle scorciatoie da tastiera: sotto Sistema -> Preferenze -> Scorciatoie da tastiera possiamo impostare le più comuni e nulla più!

Control+Alt+Del

Iniziamo proprio ad aprire il pannello per configurare le scorciatoie da tastiera! (Sistema -> Preferenze -> Scorciatoie da tastiera)

posizionatevi sulla voce “Termina Sessione”, che è quella associata al momento a CTRL+ALT+CANC, e premete il tasto “Backspace” (quello sopra Invio) per “liberare” la combinazione di tasti ad altre funzioni

Disabilitare Termina Sessione

Cliccate sull’immagine per vederla a dimensioni originali

Chiudete pure la finestra.. adesso premere CTRL+ALT+CANC all’interno di gnome non dovrebbe sortire alcun effetto

Cominciamo quindi…

premete ALT+F2 e scrivete “gconf-editor” per avviare l’editor del registro di gnome

Finestra Esegui applicazione

Come vedete il nome del programma viene auto-completato scrivendolo

L’applicazione che si occupa di gestire gli hotkeys è la stessa che si occupa di disegnare le finestre: metacity! (Se state usando Compiz in realtà è questo che si occupa di entrambe le cose.. ma è “addestrato” a utilizzare le impostazioni di metacity quindi non dovrebbero esserci problemi)

Pertanto seguite il percorso apps->metacity e posizionatevi su keybindings_commands

Impostazione del comando personalizzato

Impostazione del comando personalizzato (click x ingrandire)

Date un doppio click su “command_1” per definire il comando che volete e nella finestra che si apre digitate “gnome-system-monitor“. Se volete leggete la spiegazione sottostante.

Abbiamo quasi finito: dobbiamo solo fare in modo che quando premiamo “CTRL+ALT+DEL” venga eseguito quel comando (command_1)

Posizionatevi su “global_keybindings” e cercate “run_command_1

Impostazione della combinazione tasti
Impostazione della combinazione di tasti associata (click per ingrandire)

Doppio click su “run_command_1” e digitate “<Control><Alt>Delete“. Dopo aver dato OK premendo la combinazione di tasti dovreste ottenere quel che volevate…

gnome-system-monitor

Eccolo qua gnome-system-monitor!

In generale

Potete utilizzare qualunque comando al posto di “gnome-system-monitor” per avviare ciò che preferite..

È possibile anche passare qualche opzione al comando (es. provate con il comando “zenity –info –text=ciao” ovviamente perché funzioni zenity dev’essere installato); potete anche fare in modo che la pressione di un tasto “suoni” un file audio da voi deciso (es. aplay /posto/dove/avete/messo/il/file/audio); o ancora se entrate spesso in una cartella del vostro sistema devinire un comando “nautilus /cartella/che/usate/spesso” per aprirla con una combinazione di tasti.

Nessuno vi vieta di creare uno script, se ne siete capaci, dargli i permessi di esecuzione e come comando mettere “/posizione/dove/si/trova/lo/script“..

Le possibilità sono limitate dalla vostra immaginazione e, nel caso degli script, dalle vostre capacità🙂

Ora ricordatevi il numero del comando che avete impostato e spostatevi nella tabella “global_key_binding“, cercate “run_commando_vostronumero”.

Le combinazioni di tasti si definiscono in modo abbastanza intuitivo… ma se avete dei dubbi io vi consiglio di far così:

  1. in gconf-editor nella finestra “global_key_binding” cercate “panel main menù
  2. aprite il tool per configurare le combinazioni da tastiera Sistema -> Preferenze -> Scorciatoie da tastiera
  3. in esso cercate “Mostra il menù del pannello
  4. cliccate su di esso per impostare una diversa combinazione e provate le combinazioni di tasti
  5. contemporaneamente vedrete in gconf-editor che la voce “panel main menù” cambierà… ecco che avete scoperto come scrivere la combinazione che vi interessa
  6. ricordatevi alla fine di rimettere ALT+F1 come combinazione di tasti per la voce “Mostra il menù del pannello

Note finali di contorno alla guida

questa nota è orientata ad un pubblico con un po’ di esperienza

Se utilizzate le console virtuali (CTRL+ALT+F1, CTRL+ALT+F2 ecc…) la pressione della combinazione di tasti CTRL+ALT+CANC provoca il riavvio del computer.. per cambiare questo comportamento dovete modificare il file /etc/inittab. È abbastanza intuitivo.

Esistono metodi per impostare shortcut personalizzate a livello di Xorg e che quindi funzionano su Gnome, KDE e tutti gli altri desktop manager ma non è questo lo scopo della guida.. (prima o poi ne scriverò una)