febbraio 2007



dopo i recenti post in cui sconsigliavo di utilizzare Vista e di propendere per delle alternative mi sono soffermato a pensare più a lungo…

Vedo questa pubblicità… “WoW!!” però…. e così ho deciso.. installerò Vista! Volevo però essere assolutamente certo di saperlo installare correttamente.. così dopo lunghe ore di ricerche per scoprire la compatibilità (cavoli quanti problemi) ed essermi chiesto quale fosse il metodo migliore per installarlo ho trovato un video in inglese.. ci spiega qual’è la macchina più adatta per l’utilizzo di vista e la sua installazione!

niente di più facile! Una guida ottima a mio avviso 😀

*coming soon* – traduzione testuale di quel che dice, per una perfetta compressione di questa guida anche a chi non conosce bene l’inglese!

Dopo averla seguita devo dire che sono molto soddisfatto dei risultati!

*Update*

noto che un po’ di gente raggiunge questa pagina cercando come si installa vista o cose simili da google.. a tutti voi che resterete delusi dal non aver trovato quel che cercavate (o forse si?).. questa non è disinformazione.. vi invito a cliccare sulla categoria “vista” del mio blog.. e a leggervi un po’ di cose, poi chiedetevi.. ma vi serve davvero? cos’ha che non potevo fare con il mio sistema precedente? quindi fermatevi e valutate altre alternative, quando andate ad acquistare qualcosa non scegliete forse tra le diverse alternative? le tecnologie presenti in vista (alcune non le ho citate) erano per lo più presenti già da tempo in altri sistemi.. volete sempre essere gli ultimi ad avere le cose nuove (e per di più pagarle molto care, sia come soldi spesi che come libertà persa)?

non è solo questione di estetica, che come vedete nel video qui sotto non è niente male

basti pensare che passando ad altri sistemi vi lascereste alle spalle i virus, pesanti software antivirus o firewall che fanno mille domande, avreste una macchina più scattante e performante.. non vi serve cambiare computer per avere le ultime tecnologie

Lasciatemi pure un commento su quel che ne pensate.. sarò lieto di rispondervi.

Annunci

iPhone Apple

Eccolo il nuovo arrivato in casa Apple… dopo l’iPod arriva l’iPhone, praticamente un iPod che fa da cellulare! siete curiosi di sapere cosa potete fare con l’iPhone? date un occhiata al video…. e fatevi 2 risate! (per la serie.. fa anche il caffé)


Scaricare MP3, DivX, programmi craccati, inserire foto di quadri a scopo didattico nel vostro sito(*) e infrangere una qualunque licenza è illegale. Siae, RIAA, MPAA sono nomi diversi per società che fanno la stessa cosa in giro per il mondo. Garantire che i diritti degli autori di opere dell’ingegno siano rispettati, o almeno è quello che dovrebbero fare.

Ecco perché tu lettore verrai incriminato se scoperto a violare, anche involontariamente, una qualunque licenza!

Chi sa cosa ne pensa Patrick Robin, inglese di 29 anni che ha scritto un software per la gestione di blog da lui battezzato “Forest Blog” e messo sotto licenza linkware. Tale licenza prevede che chiunque voglia usare il suo software non deve far altro che inserire un link alla sua pagina web. Se vuole rimuovere tale link la licenza prevede che si paghino 15 sterline, 25 sterline se lo si utilizza a scopo commerciale..

E quindi?

Che direste se fosse MPAA stessa a violare quella licenza e ad utilizzare il software di questo ragazzo senza corrispondergli alcuna cifra e senza linkare il suo sito web?? Ripeto nel caso vi fosse sfuggito: chi dovrebbe tutelare i diritti dell’autore li viola allegramente.

Quando vedrete in futuro il video di: “ruberesti mai un auto?…” o sentirete dire che scaricare musica è illegale ed è come rubare, o che non uccidete il mercato e togliete il cibo di bocca ai poveri autori, fermatevi.. e pensate.. questa gente tiene veramente agli autori? Quindi fatevi una risata e continuate pure che siete nel giusto!

tanto per la cronaca.. “stranamente” la pagina incriminata sul sito dell’MPAA è al momento off-line.. (chissà come mai?!?)

per fortuna qualcuno ha pensato bene di farne uno screenshot prima che venisse rimossa… e quindi vi ripropongo qua sotto uno screenshot del programma di Patrick e quello del sito internet, non più raggiungibile, di MPAA. Cliccate per aprirli… la somiglianza è incredibile 😀

Forest Blog ExampleScopiazzatura illegale di Forest Blog da parte di MPAA

Beh.. è ora di citare le mie fonti:

http://yro.slashdot.org/article.pl?sid=07/02/18/0458213 

http://torrentfreak.com/mpaa-steals-code-violates-linkware-license/ 

(*) se volete approfondire l’argomento “SIAE fa chiudere un sito didattico” leggete anche qui e qui. (tanto per gradire)


Vi ricordate la scuola libera e gratuita su web di cui vi avevo parlato? dopo un po’ di inattività, in preparazione dei nuovi corsi, riprendono… Sono previste lezioni su linux e quant’altro… Le lezioni riprenderanno il 25, fra 1 settimana.. Vi riporto l’email che ho ricevuto

Oilproject, la prima scuola gratuita di informatica online, organizza per i mesi di Marzo e Aprile lezioni a misura di utente, seguendo le preferenze degli studenti raccolte con un sondaggio.

Richiesti a gran voce, avranno luogo un corso completo di Linux e un corso completo al linguaggio di programmazione web Php.

Non mancheranno tuttavia lezioni tematiche: si parlerà di Web Accessibile e Web semantico, sistemi di database, Software Libero e Open-Source, cultura hacker, sistemi di rilevamento delle intrusioni (IDS), programmazione sicura in C e degli attacchi DoS.

Assisteremo inoltre a lezioni organizzate in collaborazione con altre community: lo staff di Free Software Foundation Europe parlerà della nuova licenza Gpl 3, quello di no1984.org ci sensibilizzerà riguardo alla minaccia del Trusted Computing, quello di RadioLinux.info terrà, in maniera sperimentale, una trasmissione radiofonica in diretta su Oilproject e, infine, uno sviluppatore KDE ci parlerà della versione 4.0 del celebre desktop manager.

Le lezioni, vocali e gratuite come sempre, inizieranno domenica 25 febbraio.

Lo staff, augurandosi che gli incontri organizzati suscitino interesse, invita la community ad iscriversi al programma Oilproject Promoters ( http://www.oilproject.org/Promoters ), con il quale è possibile sostenere economicamente il progetto e, allo stesso tempo, avere accesso a numerosi servizi.

http://www.oilproject.org

Visitate il loro sito web per la scaletta delle lezioni!


Intervistati Paolo Attivissimo e il capo di microsoft italia (penso nessuno si offenderà se non riporto il nome… ).. Se non sapete chi è attivissimo cercate su google.. è un italo/svizzero famoso come “cacciatore di bufale” e che si diletta ad “esperto” informatico, comunque la sua intervista non è male!

Potete vedere i video delle interviste sul blog del mio amico whitenoise, ma se avete un modem 56k o altri problemi riporto qui un estratto testuale dell’intervista. Mancano alcune domande e altre sono rivolte a uno solo degli interlocutori.. a voi il compito di valutare

(altro…)


Julie Amero, insegnante di 40 anni del Connecticut è stata giudicata colpevole di aver intaccato la morale dei ragazzi (12-13 anni al momento del fatto) di una classe a cui faceva supplenza, ora rischia è stata condannata a 40 anni di carcere.

Si sarà spogliata davanti a tutti?

Avrà fornito prestazioni sessuali ai minori?

no.. ha messo un vecchio computer dotato di windows 98 e internet explorer 5 (entrambi datati e da tempo privi di aggiornamenti di sicurezza) davanti alla classe

si è assentata 5 minuti per andare in bagno e al suo ritorno ha trovato tutti i ragazzini davanti ad un sito web di acconciature, poco dopo una serie di pop-up a sfondo sessuale e dal contenuto esplicito hanno fatto la loro comparsa, l’insegnante ha cercato di chiuderli ma questi continuavano a moltiplicarsi come funghi…

insomma.. il pc si è preso un bello spyware! Praticamente una specie di virus/script di una pagina web pensato per aprire una marea di pubblicità non richiesta..

in genere questi pop-up si aprono in continuazione e chiuderne uno ne provoca l’apertura di altri 3..

insomma, un ragazzo ha raccontato l’accaduto a casa, i genitori si sono rivolti al preside di istituto ed è partita la denuncia…

pochi giorni fa l’insegnante è stata considerata colpevole..

non so se vi rendete conto: per dei pop-up involontari dal contenuto pornografico che sono spuntati davanti ad una classe di bambini questa donna ora rischia 40 anni di carcere!!! 40 anni! sono una vita intera! Con che coraggio un giudice può guardare in faccia una persona e darle 40 anni di carcere per qualcosa di simile? qualcosa che potrebbe succedere a qualunque insegnante con poca esperienza o sarebbe probabilmente successo con qualunque altro insegnante si fosse trovato lì in quel momento con quel computer datato e privo di protezioni..

Pensateci perché un ingiustizia così potrebbe succedere a voi o ai vostri figli un giorno.

La parola giustizia ha perso ogni significato.. che schifo!

Link di approfondimento:

http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1847950

http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1893895

http://www.theregister.co.uk/2007/02/14/julie_amero_case/ (ENG)


poco fa mi suona il cellulare.. numero privato..

in questi casi mi soffermo sempre un attimo a chiedermi se sarà qualche scherzo o qualcuno che ha sbagliato numero..

vah beh.. rispondo e sento una voce che mi informa:

( IO: io; VD: vodafone, forse )

VD: “Sono di Vodafone, è stato selezionato per ottenere un bonus di 200 € spendibile in telefonate”

IO: “Ehm..”

VD: “..quello che deve fare è fornire il numero di cellulare di un’altra persona che vuole passare a Vodafone ma che non ha attualmente un numero vodafone, sul nuovo numero di questa persona saranno attivati ben 1000 € di chiamate gratuite..”

IO (penso): chissà dov’è la fregatura.. però non ho tempo adesso…

IO (dico): “No guardi, non conosco nessuno che vuol passare a Vodafone”

VD: “Vuole qualche giorno di tempo per fare dei sondaggi?”

IO: “No grazie”

VD: “Vabbbene, buongiorno” (le 3 B sono volute per rispiecchiare l’accento)

Ora mi chiedo.. se non ci fossero state fregature io avrei potuto effettuare questa sequenza di azioni:

  1. chiedere a qualche amico di attivare un numero con un altra società dandogli il costo
  2. dare il nuovo numero
  3. beccarmi i 200 € di chiamate
  4. prendere la sim del mio amico ed usarla fino ad esaurimento scorte (1000 €) prima di far disdetta

se questo l’ho pensato io, l’avrà pensato anche il “genio” che si è inventato sta cosa! E avranno di certo pensato ad un qualche modo per evitarlo..

un po’ mi spiace non aver indagato..

Ci sono 2 cose di cui sono certo: se vogliono fare qualcosa del genere mi aspetto che il numero visualizzato sia riconducibile in un qualche modo a vodafone (e non un “numero privato”), se mi vogliono disturbare al telefono per della pubblicità vorrei che come minimo mi avessero fatto firmare un consenso, che probabilmente non avrei firmato…

Potevano almeno farmi telefonare da Gattuso 😀

Magari era realmente una buona occasione e me la son fatta sfuggire!

Pagina successiva »