Su windows esiste un programma che si chiama CUE Splitter per “splittare” (separare un unico file contenente diverse tracce in più tracce separate) un grosso file audio secondo le informazioni di un file .CUE

per quanto ne so io su Linux non esiste un programma equivalente, almeno non con un interfaccia grafica. Purtroppo CUE Splitter è uno di quei programmi che non funziona neppure con Wine (wrapper per applicazioni windows su Linux)

È comunque possibile risolvere il problema con diversi tool, basta sapere come usarli.. e qui lo spiegherò.

Prima di tutto

il formato wav ( o wave) è il formato non compresso “standard”, se convertite un qualunque file audio in wav è possibile splittarlo tramite il CUE e quindi riconvertire i singoli pezzi nel formato che più ci aggrada, questo sia su Linux che su Windows ovviamente..

Quindi se ci fosse qualche formato “strano” che non sapete come splittare potete sempre ricorrere a questa procedura..

un tool (grafico) per convertire i file audio è ad esempio “soundconverter

se avete file con formati “esotici” o un po’ strani cercate come fare per decomprimerli, o comunque convertirli in un file .wav (o in altro file conosciuto) e quindi seguite questa guida :)

Se siete nella posizione di poter scegliere il formato audio senza perdita (lossless) e siete in dubbio su quale utilizzare… Usate Flac, è libero ed è il migliore sulla piazza.

Wav (Wave)

installiamo 2 tools: cuetools, shntool (da ubuntu, apt-get install cuetools shntool)

adesso aprite un terminale nella cartella dove si trova il vostro file da splittare con estensione .wav e date questo comando:

cuebreakpoints nome_del_file.cue | shnsplit nome_del_file.wav

in grassetto quello che dovrete adattare al vostro nome del file :)

DIFETTO: purtroppo con questo metodo non vengono utilizzati i nomi dei file inclusi nel .CUE :/ vedere in fondo per “come aggirare questo problema”
UPDATE 2011-01-06: Questo non è più un difetto in quanto shnsplit supporta i nomi file, per i dettagli leggetevi il commento di Max qui sotto :)

MP3 e OGG Vorbis

questo è decisamente il più semplice, installate mp3sptl (da ubuntu, apt-get install mp3splt)

quindi aprite un terminale nella cartella dove si trova il file da splittare con estensione .mp3 o .ogg e date questo comando:

mp3splt -c nome_del_file.cue nome_del_file.mp3 -d nome_cartella

in grassetto quello che dovete cambiare, in particolare se si tratta di un Ogg Vorbis il secondo file avrò estensione .ogg invece che .mp3

l’ultimo pezzo ( -d nome_cartella ) è facoltativo ma consigliato, ad esempio nome_cartella potrebbe essere “CD1″

Vedrete che questo comando è velocissimo ad eseguire, questo perché non ricomprime… inoltre si può usare anche senza avere un file CUE andando a prendere direttamente dal CDDB database i nomi e le tempistiche di un CD, rimando al manuale del tool (man mp3splt) per sapere come fare.. mi riservo di aggiungere una mini guida qui se ci saranno tante richieste

WavPack,Flac,APE (Monkey Audio), altri

i tools necessari sono gli stessi di quelli per i file Wav trattati prima… quindi come prima cosa, se già non li avete:

installiamo 2 tools: cuetools, shntool (da ubuntu, apt-get install cuetools shntool)

DIFETTO: purtroppo con questo metodo non vengono utilizzati i nomi dei file inclusi nel .CUE :/ vedere in fondo per “come aggirare questo problema”

NOTA: sono tutti formati lossless (senza perdita di qualità)

a questo punto quel che ci serve sono alcuni tools:

  • WavPack
    installare il pacchetto “wavpack” (es. apt-get install wavpack)
  • FLAC ( Free Lossless Audio Codec )
    installare il pacchetto “flac” (es. apt-get install flac)
  • APE (Monkey Audio)
    serve il tool “mac”

    ho trovato il pacchetto contenente tale tool qui
    per installarlo scompattate il contenuto in una cartella quindi aprite un terminale in quella cartella e date i comandi

    • ./configure
    • make
    • (da root) make install

    oppure installatelo con il metodo che preferite :) ( programmi grafici per installare pacchetti di sorgenti, creando un pacchetto per la vostra distro (come ho fatto io) ecc..

  • altri
    • AIFF (Audio Interchange File Format, solo AIFF-C), installare “sox”
    • OFR ( OptinFROG ), cercare ed installare “ofr”, non è pacchettizzato in ubuntu / debian
    • LPAC ( Lossless Predictive Audio Compression ), cercare e installare “lpac”, non è pacchettizzato in ubuntu / debian

ok, individuato il tipo di file diamo questo comando:

cuebreakpoints nome_del_file.cue | shnsplit -o flac nome_del_file.flac

ho voluto mettere particolare enfasi nel termine “flac”, questo andrà sostituito a seconda del formato

  • flac
  • wav (default)
  • aiff
  • ape
  • ofr
  • lpac
  • wv

per tutti gli altri formati potete sempre cercare un modo per convertirli in Wav ( o Flac ) e usare questo metodo

NOTA: se qualcuno di questi metodi non dovesse funzionare (io ho avuto dei problemi con gli APE) potete decodificare il file e quindi utilizzare il .wav normale :)

Comando per decodificare ( decomprimere un file compresso in un file WAVE non compresso ) un APE:

mac "file_originale.ape" "file_decompresso.wav" -d

e volendo.. (per portarsi avanti)

flac "file_decompresso.wav"

( otterrete un file che si chiama file_decompresso.flac )

o se preferite..

lame "file_decompresso.wav" "file_compresso_con_perdita.mp3"

(questo crea un mp3, quindi poi seguite la procedura per gli mp3)

o

oggenc "file_decompresso.wav" -o "file_compresso_con_perdita.ogg"

( questo crea un ogg, quindi poi seguite la procedura per gli ogg )

Le virgolette intorno ai nomi dei file servono solo se contengono spazi o caratteri particolari

Come impostare i TAG e i Nomi dei file automaticamente

questa procedura serve per quando splittiamo un .wav, .flac, .ape, ecc.. insomma, tutti i formati senza perdita.. per MP3 e Vorbis non è necessaria

dopo il comando per splittare otterrete una lista di file simile a questa:

split-track001.wav
split-track002.wav
split-track003.wav
split-track004.wav
split-track005.wav
split-track006.wav
split-track007.wav
split-track008.wav
split-track009.wav

come vedete hanno tutti un nome simili, con numeri crescenti, in questo caso 9 tracce in formato “wav”

ci serve convertire tutti i file in .flac se già non lo sono, se invece non vi interessa che non venga persa qualità, o siete partiti già da un formato compresso ( che non sia mp3 o ogg ) potete convertirli anche in mp3 o ogg.

[ questo passo è necessario perché alcuni formati non hanno la possibilità di inserire dei tag all'interno del file, io consiglio il flac a questo punto! Se volete usare mp3 o ogg forse sarebbe stato meglio convertire il file iniziale e seguire la guida per mp3/ogg all'inizio dell'articolo ]

(installate il pacchetto “flac” se già non lo avete, apt-get install flac )

ecco il comando per convertirli tutti:

flac split-track*

così vi troverete tutti i file doppi, se pensate di non usare più i .wav potete rimuoverli

rm split-track*.wav

siamo pronti date questo comando:

cuetag nome_del_file.cue split-track*.flac

cambiate “nome_del_file.cue” con il vostro .cue :) a questo punto avete inserito tutti i TAG corretti nei .flac.. non ci resta che rinominarli :D abbiate pazienza ancora un attimo, abbiamo quasi finito (non preoccupatevi se il comando precedente vi ha dato errori come questo: “WARNING: --remove-vc-all is deprecated, the new name is --remove-all-tags” avrà comunque fatto il suo lavoro)

IMPORTANTE

È necessario effettuare un altra operazione se ricevete questi errori (bug #428253 in debian):

metaflac: unrecognized option `--remove-vc-all'
metaflac: unrecognized option `--import-vc-from=-'

da root parite il file /usr/bin/cuetag

sudo gedit /usr/bin/cuetag

alla riga 20 e 21 trovate questo

# --remove-vc-all overwrites existing comments
METAFLAC="metaflac --remove-vc-all --import-vc-from=-"

sostituitelo con

# --remove-all-tags overwrites existing comments
METAFLAC="metaflac --remove-all-tags --import-tags-from=-"

salvate e ripetete il comando cuetag…

installate easytag (es. sudo apt-get install easytag ), si tratta di un programma (grafico) per rinominare molti mp3, ogg, aac e altri formati, è un programma molto potente :)

aprite easytag e spostatevi nella cartella dove ci sono i file che si chiamano split-track*.flac, dovrebbe mostrarveli automaticamente

selezionateli tutti (click sul primo, premete SHIFT e intanto cliccate sull’ultima)

dal menù scegliete: Analizzatore -> Rinomina File e Cartelle

EasyTag - finestra processa file

qui impostate il nome che preferite per i vostri file

io uso questo:

%n – %a – %t

che significa che il file risultato sarò fatto così: 03 – artista – nome traccia.flac

cliccate sul “?” per avere la legenda e quindi i significati di %n, %a ecc…

noterete che man mano che scrivete questi “codici” vi verrà visualizzato un esempio del risultato (quello segnato con la frecca nell’immagine)

quando siete soddisfatti cliccate sull’icona per “processare i file selezionati”, quella che vedete nella foto cerchiata :)

date OK e a questo punto potete vedere un anteprima del risultato cliccando sui singoli file e guardando sulla destra il nuovo nome del file e i contenuti interni (TAG) potete volendo modificarli manualmente

praticamente il programma utilizza i TAG interni ai singoli file per costruire il nome del file :) proprio quello che volevamo

comunque quando siete pronti selezionate nuovamente tutti i file e cliccate sul dischetto per salvare i cambiamenti! Vi verrà chiesta conferma.. se date l’OK tutti i vostri file verranno rinominati automaticamente

About these ads